Annusare il cibo fa ingrassare. Lo dice la Scienza

Ingrasso anche solo a sentire l’odore”. Quante volte sarà capitato di sentir dire scherzosamente a qualcuno questa frase. Ebbene, da oggi non si tratta più di una battuta. Purtroppo è vero, l’odore del cibo fa mettere su chili.

La triste conferma arriva ancora una volta da loro, dagli Americani. Una ricerca della University of California lo ha dimostrato con un test su topolini obesi. I ricercatori hanno notato che, a parità di calorie ingerite, i roditori ai quali era stato azzerato l’olfatto (grazie alla somministrazione di tossina difterica) perdevano peso rispetto agli atri che, invece, continuavano ad ingrassare.

Questi risultati sembrerebbero confermare la teoria secondo la quale annusare i cibi spingerebbe il corpo a non bruciare, ma a conservare le calorie.

Nei topi il meccanismo è stato questo. Nei roditori senza olfatto è aumentata l’attività del tessuto adiposo bruno (responsabile della produzione di calore per mantenere stabile la temperatura corporea). E’ stato come se questi animali avessero accelerato il proprio metabolismo perché convinti di aver mangiato più del dovuto.

Ciò significa che se la sperimentazione umana dovesse sortire gli stessi effetti, ci sarebbe materiale interessante su cui lavorare non solo per aiutare le persone a perdere peso, ma anche per capire i meccanismi dei disturbi alimentari più diffusi quali anoressia e bulimia.