Antonio Banderas: “La mia vita dopo l’infarto”

Al Festival di Toronto, l’attore ha parlato di come la sua vita sia cambiata dopo l’infarto avuto nel 2017.

Ci sono eventi che ti cambiano la vita. E lo sa bene anche una celebrity del calibro di Antonio Banderas. Lui, due anni fa (era il 26 gennaio del 2017), ha dovuto fare i conti con un infarto. La sua vita è stata appesa ad un filo, in bilico fra la vita e la morte, ma la prima ha vinto sulla seconda e oggi lo abbiamo ammirato anche al Festival di Toronto.

E proprio a Toronto l’attore ha ricordato quel brutto momento di due anni fa e ha raccontato come la sua vita oggi sia diversa proprio dopo quell’evento.

In ospedale – ha ricordato – dopo l’inserimento di tre stent, un’anziana infermiera mi ha detto: ‘A breve ti sentirai triste e diventerai più emotivo’. Ho pensato: ‘Figurati se cado in depressione proprio ora che mi sono salvato’. Invece aveva ragione e Pedro Almodovar si è accorto subito della mia fragilità sul set di ‘Dolor y gloria’ (con cui ha vinto la Palma d’oro a Cannes, ndr) e mi ha detto: ‘Usa quel dolore, non nasconderlo’”.

E oggi ha deciso di cambiare vita, professionalmente parlando. Eventi come questo, infatti, fanno rivedere quelle che sono le priorità e spesso fanno cambiare strada alla propria esistenza. E difatti Banderas ha deciso di lasciare il cinema per ritornare al suo primo grande amore: il teatro.

L’immagine hollywoodiana dell’eroe action – ha detto – non sono io, adesso preferisco storie intime europee per smettere di sentirmi come un giocoliere sempre terrorizzato all’idea di far cadere i piatti a terra. Perché lascio momentaneamente il cinema? Il teatro è l’amore della mia vita, per me come una donna che ho trascurato troppo a lungo e ora mi reclama. Il momento più felice della carriera è stato infatti sul palco di Broadway per il musical ‘Nine’ ispirato a ‘8 e ½’ di Federico Fellini”.

Leggi anche: Nadia Toffa, parla l’ex fidanzato: “Ecco il suo ultimo desiderio”.

Da SaluteLab: Infarto digestivo, cos’è.