Antonio Razzi: “Lascio Forza Italia. Ecco con chi vado”

L’ex senatore di Forza Italia, Antonio Razzi, ha annunciato che molto probabilmente non si candiderà più con il partito di Silvio Berlusconi alle prossime elezioni regionali che si svolgeranno in Abruzzo.

Il politico, 70 anni, intervistato da La Zanzara su Radio 24, ha svelato che “in Abruzzo non mi candido, dentro Forza Italia si stanno scannando tra loro, c’è una guerra totale. E poi ormai mi sono ripreso il cartellino, mi sono svincolato. Prima ce l’aveva Berlusconi, adesso non più“.

Razzi, noto per essere un politico sui generis, ha detto che “al 99,9% mi iscrivo alla Lega. Matteo fa le cose che penso io. Sa quello che valgo, una volta mi ha detto che sono l’unico che parla con i coreani e può impedire una guerra. Mi voglio candidare alle Europee“.

Razzi ha anche raccontato in che modo si è deteriorato il rapporto con il leader di Forza Italia: “Fino alle elezioni il mio cartellino era di Berlusconi, per l’affetto che avevo per lui. Ma come, io ti ho salvato, sono passato da Di Pietro a Forza Italia e che c***o, manco una telefonata, non sono un bambino ma un uomo di 70 anni che lavora da 53 anni. Dimmi pure: Antò, devo candidare altri. Voglio essere rispettato. Invece Berlusconi è diventato irraggiungibile, non lo sento più da un anno, vive in una specie di ghetto, è inavvicinabile. Una cosa impressionante, un uomo libero che è sempre stato in contatto con la sua gente, ora è prigioniero“.