Approvato il Recovery Fund, 209 miliardi di euro andranno all’Italia

Le parole del premier Giuseppe Contre dopo il raggiungimento dell’accordo tra i 27 stati Membri dell’UE.

Giuseppe Conte

È stato raggiunto l’accordo al Consiglio europeo di Bruxelles sul Recovery Plan post pandemico. Lo ha annunciato su Twitter il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. «Deal!», ha scritto Michel.

«È un momento storico per l’Europa e per l’Italia. Avremo una grande responsabilità: con 209 miliardi abbiamo la possibilità di far ripartire l’Italia con forza e cambiare volto al Paese. Ora dobbiamo correre». Queste le prime parole del premier, Giuseppe Conte, subito dopo l’intesa sul Recovery Fund raggiunta a Bruxelles.

Conte ha aggiunto: «Il piano di rilancio che abbiamo approvato è davvero molto consistente, 750 miliardi di cui il 28%, 209, andranno all’Italia. Abbiamo conservato gli 81 miliardi a titolo di sussidi e abbiamo incrementato da 91 a 127 i miliardi di prestiti».

«Abbiamo già elaborato dei progetti e condiviso con le varie componenti della società, rimane un ultimo confronto con le opposizioni. La costituzione di una task force operativa, al di là di uno staff che ha già lavorato al piano di rilancio, sarà una delle priorità che andremo a definire in questi giorni, perché dovrà partire al più», ha spiegato Conte.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha lasciato Bruxelles al termine del Consiglio europeo. Il premier era giunto nella capitale belga nella serata di giovedì, per una maratona negoziale che si e’ protratta per cinque giorni, inclusa la scorsa notte. Conte, che era accompagnato dal ministro Enzo Amendola e dal suo consigliere diplomatico Pietro Benassi, fa ora rientro a Roma.

Angela Merkel, cancelliera tedesca, presidente UE di turno, ha commentato  così: «Dopo un incontro molto lungo, abbiamo raggiunto un buon risultato. Ne sono molto felice. Penso sia un messaggio importante per il resto dell’Europa e anche oltre l’Europa. È un costrutto speciale di 27 membri dell’Unione europa, capaci di agire insieme e che hanno dimostrato di poter agire insieme».

LEGGI ANCHE: Percepisce il reddito di cittadinanza ma è titolare di 40 unità immobiliari.