Arisa confessa: “Sono malata, per questo taglio i capelli”

L’artista ha condiviso con i suoi followers una parte molto delicata della sua vita privata. Ecco di cosa si tratta.

arisa-sanremo-2019

I fan hanno sempre pensato che dietro quel taglio cortissimo di capelli ci fosse semplicemente la voglia di cambiare look. Ma a quanto pare non è esattamente così. Arisa lo ha chiarito ai suoi followers con una instagram story.

Soffro di tricotillomania – ha confessato – ecco perché non mi faccio mai crescere i capelli, quando ce li ho, me li stacco“.

L’artista, dunque, sarebbe costretta a tagliare la chioma perché affetta da questo particolare disturbo ossessivo-compulsivo del comportamento.

Ma in cosa consiste?

Si tratta di una patologia che spinge chi ne è affetto a strapparsi i capelli (ma anche i peli e le sopracciglia). Esistono sia una forma lieve che una incontrollabile della patologia che se non viene curata può diventare cronica e peggiorare nel tempo creando seri problemi anche a livello sociale (lascia anche dei segni fisici come ad esempio delle chiazze sulla testa).

Chi soffre di tricotillomania può tirare via i capelli per differenti motivi: c’è chi lo fa inconsapevolmente mentre legge un libro o guarda la tv, e chi lo fa intenzionalmente per alleviare la tensione o lo stress.

I sintomi sono i seguenti: agitazione o stress prima di tirare i capelli, senso di piacere o sollievo quando i capelli sono stati strappati e perdita notevole di capelli (o peli o sopracciglia). Superata la fase di soddisfazione subentra quella di disagio e senso di colpa che può portare la persona che soffre di questo disturbo a limitare le relazioni sociali per la vergogna. La fascia più colpita è compresa tra i 9 e i 13 anni, interessa circa il 4% della popolazione e colpisce prevalentemente i soggetti di sesso femminile.

Leggi anche: La paralisi del sonno, ecco cos’è.