Arrestano un cane, ma si chiudono in auto per portarlo in centrale

L’alabai è una razza canina di grossa taglia. Viene impiegato principalmente per proteggere le greggi e in Russia è famoso soprattutto perché dà filo da torcere ai lupi. Insomma, non è proprio un cagnolino da compagnia da strapazzare di coccole.

Ed evidentemente lo sapevano anche quei poliziotti della cittadina di Verchnjaja Pyšma, nella Russia siberiana estremo occidentale, che ne hanno arrestato un esemplare.

Qualche sera fa, alcuni agenti, infatti, hanno portato in centrale un esemplare di alabai reo di aver aggredito due cagnolini e morso due persone.
Considerando quello che il cane aveva fatto e conoscendo le caratteristiche di questa razza, i poliziotti non se la sono proprio sentita di trasportare il ‘colpevole’ in auto.

E allora, cosa si sono inventati?

Gli agenti si sono chiusi nella loro gazzella e hanno legato il cagnolone ad un guinzaglio fatto passare attraverso il finestrino.

L’alabai ha così raggiunto la centrale facendo una bella passeggiata sulla neve, mentre gli agenti si sono assicurati l’incolumità.

Il tutto è stato ripreso da alcuni cittadini della zona.