Arrestati i maghi della chiave bulgara: hanno messo a segno 85 furti

Arrestate dai Carabinieri della Compagnia di Chivasso (Torino) 28 persone in Italia e in Germania, accusati a vario titolo di ricettazione e associazione per delinquere finalizzata al furto in abitazione.

Gli arrestati facevano parte di un gruppo criminale georgiano che era specializzato in colpi con la chiave bulgara, attrezzo che è in grado di aprire molte serrature e violare porte blindate in pochissimo tempo.

Il gruppo di ladri è accusato di avere messo a segno almeno 85 furti in varie parti d’Italia.

chiave bulgara

Dal dicembre del 2015, infatti, i ‘maghi della chiave bulgara’ hanno rubati in case o uffici assicurativi nelle province di Torino, Savona, Alessandria, Cuneo e Pavia.

I criminali si sentivano così sicuri che, un giorno, uscendo da un condominio appena derubato, hanno persino alzato il dito medio verso le telecamere di sorveglianza.

Tuttavia, proprio perché troppo spavaldi, i ladri hanno commesso alcuni errori così da permettere ai militari di individuarli.

A tal proposito, nel corso delle indagini – coordinate dal PM Roberto Sparagna – gli investigatori hanno scoperto che il deposito della banda era localizzato a Reggio Emilia, dove veniva stoccata la refurtiva prima di spedirla in Georgia.

Nel locale c’era persino una sorta di ‘palestra dello scasso‘ dove i criminali si allenavano a velocizzare l’apertura delle serrature delle porte e delle casseforti.