Arriva la conferma: la bimba ricoverata a Torino ha il tetano

La diagnosi clinica ci ha permesso di stabilire con certezza che si tratta di tetano“. È questa la conclusione, senza possibilità di smentita, del dottor Giorgio Ivani del reparto di Rianimazione dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino.

Gli esami di laboratorio hanno confermato i sospetti riguardanti la bambina di sette anni ricoverata lo scorso 7 ottobre per un “caso di sospetto tetano”. Ora non si tratta più di sospetti, ma di una certezza.

Le condizioni della piccola stanno migliorando anche se lentamente, e data la giovanissima età, la paziente dovrà restare sotto stretta osservazione almeno per un mese e comunque verrà dimessa soltanto “una volta sana, quando sara’ definitivamente fuori pericolo“.

Nel frattempo in ospedale provvederanno a vaccinarla contro il tetano. La piccola, infatti, come pure il fratellino di dieci mesi, non è mai stata vaccinata e non solo contro il tetano. A quanto pare non sarebbe stata sottoposta a nessuno dei vaccini diventati obbligatori con la legge Lorenzin.

Ad oggi resta un mistero, invece, come la piccola abbia potuto contrarre il tetano dal momento che sul suo corpo non sono state riscontrate ferite.