Asia Argento contro Giulia Bongiorno: “Ha difeso Andreotti ma non le donne vittime di violenza”

L’annuncio della candidatura dell’avvocato Giulia Bongiorno con la Lega Nord di Matteo Salvini ha scatenato varie reazioni negative.

Non solo quella del presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che, su Twitter, ha scritto: “Giulia Bongiorno dice: “Questa Lega nazionale l’avrebbe approvata anche Andreotti”. È davvero cambiato il mondo: io e Bossi quelli come Andreotti li abbiamo sempre combattuti“.

Ma anche quella di Asia Argento che, sempre su Twitter, ha scritto: “l’avvocato Bongiorno aveva difeso il mafioso #Andreotti (“Assolto! Assolto! Assolto!”) ma si è rifiutata di tutelare alcune vittime di violenza sessuale nell’industria cinematografica… #DoppiaDifesa? Dissociazione totale“.

In attesa di capire se e chi qualcuno replicherà ad Asia Argento, a farlo a Roberto Maroni ci ha pensato Matteo Salvini: “Sono orgoglioso della scelta Giulia Bongiorno, delle sue battaglie per la sicurezza, la legalità, la legittima difesa e la difesa dei diritti e della libertà delle donne, come per la legge sullo stalking che ha salvato tante vite. Io guardo al futuro, e nel futuro c’è che la Lega governerà questo Paese“.