Assegno unico: 200 euro al mese a figlio da luglio 2021

La misura comprenderà anche gli autonomi.

Lo ha annunciato il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi: da luglio 2021, partirà l’assegno unico universale finalizzato al sostegno delle famiglie con figli. Si tratta di una somma che potrà arrivare a 200 euro al mese a figlio e che riguarderà categorie fino ad ora escluse, come per esempio gli autonomi e i disoccupati.

LEGGI ANCHE: Il papà non paga l’assegno di mantenimento ai figli? Da oggi rischia grosso

Assegno dal settimo mese di gravidanza ai 21 anni

Questo provvedimento, che interesserà 11 milioni di famiglie, permetterà di ricevere un assegno a figlio a partire da settimo mese di gravidanza fino al compimento dei 21 anni della prole. Verrà inoltre prevista una maggiorazione del 20% dal secondo figlio in poi.

Per quanto riguarda l’importo dell’assegno, facciamo presente che sarà composto da una parte fissa e da una parte variabile. Inoltre, tra i criteri utili al calcolo sarà presente anche l’Isee. Degno di nota è anche il caso delle famiglie con figli disabili. I nuclei in questione, avranno la possiiblità di usufruire, rispetto all’importo base, di una mggiorazione compresa fra il 30 e il 50%.

Come sopra specificato, con questo assegno si annovera anche la platea dei lavoratori autonomi, 2,4 milioni di nuclei ai quali si pensa già di anticipare l’erogazione a gennaio 2021 (anche se potrebbero non risultare sufficienti i fondi).

LEGGI ANCHE: Divorziata e disoccupata: i giudici le negano l’assegno di mantenimento