Come tenere a bada gli attacchi di fame

Arrivano all’improvviso ed è difficile tenerli a bada. Esistono però dei piccoli accorgimenti che permettono di limitarli.

Quando arrivano, è impossibile tenerli a bada. Stiamo parlando degli attacchi improvvisi di fame. Ma esistono dei trucchi per limitarli. Eccoli.

Prima di tutto è buona regola generale non restare a digiuno per troppo tempo perché si rischia un brusco calo dei livelli di glicemia e a quel punto non c’è più niente da fare: si mangia qualunque cosa e in quantità non sempre normali.

Di conseguenza, è opportuno rivedere il numero di pasti al giorno. Prima di tutto, mai saltare la colazione. Ce lo hanno insegnato fin da bambini che è il pasto principale perché ci dà la carica giusta per affrontare la prima parte della giornata. Ma la colazione serve anche per non farsi prendere dai raptus di fame nell’attesa dell’ora del pranzo.

Assodata l’importanza della colazione, bisogna entrare anche nell’ottica che, durante l’intera giornata, bisogna mangiare spesso. Oltre ai pasti principali (colazione, pranzo e cena) è buona prassi fare degli spuntini a metà mattina e nel pomeriggio. Ovviamente senza esagerare e orientandosi su cibi leggeri, ma che allo stesso tempo ci diano un senso di sazietà come, ad esempio la frutta.

Gli attacchi di fame si possono in qualche modo prevenire anche consumando proteine magre (pollo, tacchino, uova) che aiutano a controllare i livelli di zucchero nel sangue e a prevenire il desiderio di cibo.
Bere acqua regala un senso di sazietà.

Un buon trucchetto per mettere a tacere il desiderio ‘fuori orario’ di cibo può essere quello di lavarsi i denti nel momento in cui avvertiamo ‘quel languorino’. Con la bocca pulita e fresca di dentifricio (e magari di colluttorio) sarà difficile aprire il frigorifero per mangiare qualcosa.

Infine, ricordiamoci di masticare bene e mangiare con calma. È scientifico: la fretta non permette al nostro organismo di segnalare al momento giusto quando siamo davvero sazi, ma ci fa fermare prima.

Leggi anche: Dormire sul lato sinistro del corpo, tutti i benefici.