Nuovo attacco aereo di Israele in Siria. Escalation militare?

A distanza di tre giorni dall’attacco alla base iranianain via di costruzione” in territorio siriano, Israele ha lanciato un nuovo attacco vicino Damasco.

Stando a quanto riferito dai media israeliani, i caccia di Gerusalemme hanno colpito la notte scorsa un Centro di ricerche scientifiche nell’area di Jamraya, nei pressi della capitale della Siria.

Secondo una TV affiliata agli Hezbollah, Al Mayadeen, Israele avrebbe lanciato sei missili, di cui tre intercettati dal sistema di difesa aereo siriano.

Non ci sono, al momento, notizie di danni e vittime.

Si tratta di una pericolosa escalation della tensione militare tra Israele da un lato e Siria e Iran dall’altro.

L’agenzia governativa siriana Sana, infatti, ha informato che la contraerea siriana ha intercettato e distrutto, nelle ultime ore, tre missili sparati da Israele, definito “nemico sionista“.

Da parte israeliana nessuna presa di posizione: alla domanda se sia stato Israele a lanciare i missili, un portavoce dell’esercito non ha voluto commentare.

È evidente, però, che Israele abbia deciso di aprire un fronte siriano, legittimando gli attacchi per la minaccia ravvicinata dell’Iran nei suoi confini.