Attacco iraniano alle basi USA in Iraq: “Colpiremo anche Dubai, Tel Aviv e Haifa”

Riunione del Consiglio per la sicurezza nazionale alla Casa Bianca.

È in corso la riunione del Consiglio per la sicurezza nazionale alla Casa Bianca dopo l’attacco iraniano a due basi in Iraq che ospitano truppe americane, ovvero quella di al-Asad e quella di Erbil.

Il capo del Pentagono Mark Esper e il segretario di Stato Mike Pompeo sono appena arrivati alla Casa Bianca. Il presidente Donald Trump è stato informato di quanto sta succedendo in Iraq e sta incontrando la sua squadra per la sicurezza nazionale.

Il Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica, i Pasradan, hanno affermato che se l’Iran dovesse essere attaccato sul suo territorio, Dubai, Haifa e Tel Aviv verranno colpite in un terzo round di attacchi da parte dell’Iran.

Dall’Ansa si è appreso che il personale del contingente militare italiano ad Erbil si è radunato in un’area di sicurezza dopo l’attacco di questa sera. I militari italiani si sarebbero rifugiati in appositi bunker e risultano tutti illesi.

Alcune fonti parlano di una forte esplosione avvertita in città, altre di due colpi nella zona dell’aeroporto, a ridosso del quale è insediato il contingente italiano che fa parte della coalizione anti Isis a guida Usa.

LEGGI ANCHE: I Pasradan hanno attaccato le basi militari USA in Iraq.