Attacco terroristico alla chiesa copta: 10 morti

Almeno dieci persone, tra cui un terrorista, sono rimaste uccise in un attacco alla chiesa copta di San Mena, che si trova ad Helwan, a sud del Cairo, in Egitto.

Lo hanno riferito fonti del Ministero dell’Interno egiziano.

Due terroristi hanno aperto il fuoco fuori dalla Chiesa uccidendo, tra gli altri, un ufficiale di polizia e due agenti di leva.

Uno dei due assalitori è rimasto ucciso, l’altro è stato catturato.

Quest’ultimo – come si apprende da LaStampa.it – era rimasto ferito nella sparatoria con la polizia ma in un primo momento era riuscito a fuggire.

La televisione di Stato egiziana ha diffuso l’immagine del cadavere del terrorista ucciso.

L’uomo è stato identificato: si tratta di Ibrahim Ismail Ismail, già noto per aver compiuto altri attentati di matrice terroristica.

Aveva con sé una bomba a mano e una mitragliatrice, ha reso noto al-Arabiya.

L’azione non è stata rivendicata.

Duro il monito del grande imam della moschea di al Azhar, Ahmed El-Tayyeb, che ha condannato l’attacco e, in un comunicato diffuso dall’agenzia Mena, ha affermato che i ripetuti odiosi attacchi terroristici che prendono di mira i fedeli copti hanno in realtà l’obiettivo di minare l’Egitto e la sua unità.