Attentato a Barcellona. La seconda vittima italiana è Luca Russo

È salito a 14 il numero delle vittime del doppio attentato terroristico in Spagna, il primo a Barcellona e il secondo a Cambrils.

Al contempo, la Farnesina ha comunicato che un secondo italiano ha perso la vita a Barcellona: si tratta del 25enne Luca Russo che si trovava in Catalogna insieme alla fidanzata.

Il ragazzo era originario di Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza e si è laureato all’Università degli Studi di Padova, nella Facoltà d’Ingegneria.

Luca Russo

Luca lavorava in un’azienda a Carmignano di Brenta ed era originario di Marostica.

Il giovane era dato per scomparso: non rispondeva al telefono e non era tornato all’albergo in cui si trovava.

La ragazza di Luca, Marta Scomazzon, ha riportato una frattura alla clavicola ed è stata raggiunta a Barcellona dai suoi genitori.

La sorella di Luca, Chiara Russo, aveva rivolto un appello su Facebook: “Aiutatemi a riportarlo a casa“.

Stamattina, infine, la notizia della morte di Bruno Gulotta, 35enne originario di Legnano (Milano).