Austria, in vigore la legge anti-burqa (non si potrà indossare anche altro)

burqa

È entrata in vigore, in Austria, la legge anti-burqa che vieta di coprire il volto in pubblico.

La legge, comunque, è formulata in maniera generica perché se si fosse concentrata sul capo d’abbigliamento islamico, avrebbe potuto incorrere nella censura (la libertà di espressione religiosa è un diritto fondamentale).

Il Ministero dell’Interno di Vienna ha diffuso delle locandine dove si vede, ad esempio, un clown con la scritta: “Permesso, ma solo per determinate festività“.

La sciarpa arrotolata fino agli occhi, invece, è consentita solo di fronte a temperature molto fredde. In estate, quindi, non si può.

In ogni circostanza e in ogni stagione dell’anno, però, si potranno indossare i cappelli da cowboy e i veli che coprono solo i capelli, come nel caso dello hijab (che si allaccia sotto la gola così da coprire il capo e le spalle).

In Austria, poi, non si potranno indossare le mascherine da chirurgo se non “per motivi medici“.

Nel caso di violazione della legge, si rischia una multa da 150 euro e, in caso di opposizione, una visita al commissariato.