Incredibile ad Avellino: scambio di neonati in culla

Incredibile quanto avvenuto ad Avellino.

Due bambine sono state scambiate nella culla dell’ospedale dove sono state date alla luce.

Dopo due giorni dalle dimissioni, se n’è accorta una delle due mamme che, fortunatamente, si è resa conto che il numero del braccialetto della sua bambina non corrispondeva a quello che avevano dato a lei.

In pratica, la donna, per 48 ore, ha allattato una neonata che non era sua figlia.

Scioccati, i genitori hanno chiesto chiarimenti alla clinica ed è stato necessario l’intervento dei Carabinieri, sollecitato dalla coppia.

Dai numeri dei braccialetti e dalle foto scattate da genitori e parti nelle ore successive al parto, si è riusciti a risalire all’errore e allo scambio.

Così, i militari hanno, poi, convocato l’altra madre e risolto lo scambio.

I genitori di entrambe le neonate, residenti entrambi nel vicino comune di Atripalda, comunque, hanno deciso di sporgere denuncia nei confronti della clinica.

Una storia che ricorda, nella sua fase iniziale, il 7 e l’8, il celebre film di Ficarra e Picone: