Bahamas, studentessa 21enne divorata da tre squali sotto gli occhi dei genitori

Si tratta del primo incidente mortale nell’area degli ultimi dieci anni.

Mangiata da tre squali tigre, i genitori in stato di shock.

È morta così Jordan Lindsey, una turista americana 21enne dopo essere stata ferita da tre squali mentre stava nuotando alle Bahamas.

La giovane, che si trovata in vacanza con i genitori, stava facendo snorkeling (nuotare in superficie usando il boccaglio) con i suoi cinghialini vicino a Rose Island quando è stata raggiunta da un gruppo di tre squali.

Quando i genitori, che erano a terra, hanno visto gli animali avvicinarsi alla loro figlia hanno cominciato a urlare cercando di avvertirla ma i loro sforzi non sono serviti ad evitare a Jordan la sua tragica fine.

I medici che hanno visitato il corpo della giovane californiana – evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti – hanno constatato tracce di morsi alle gambe e ai glutei, mentre il braccio destro era stato strappato e quello sinistro morso violentemente.

Possiamo confermare che una cittadina degli Stati Uniti alle Bahamas è stata attaccata da almeno uno squalo il 26 giugno“, ha dichiarato un portavoce del Dipartimento di Stato alla ABC. È il primo incidente mortale legato ad un attacco di squalo nell’area delle Bahamas negli ultimi dieci anni.

Leggi anche: Turista salva un cucciolo dalla strada, torna a casa e muore di rabbia.