Non smette di piangere: bambina uccisa a botte dal padre

Orrore ad Archdale, negli Stati Uniti d’America.

Il 23enne Shamus Patrick King ha ucciso sua figlia di soli 11 settimane, Harper Erin King, scuotendola e picchiandola fino a farle perdere i sensi.

Il motivo? La piccola non voleva smettere di piangere.

Shamus Patrick King

La bambina sarebbe stata trovata nell’auto del padre in condizioni gravissime.

L’allarme è stato lanciato dallo stesso genitore che ha bussato alla porta della casa dei vicini, dicendo che la figlia non si sentiva bene.

I soccorsi sono stati chiamati immediatamente ma la bambina è morta qualche giorno dopo in ospedale.

La piccola vittima.

Gli esami hanno, poi, confermato che il decesso sarebbe avvenuto a causa delle percosse.

L’uomo è stato arrestato ieri, giovedì 12 ottobre, e adesso rischia l’ergastolo.

La zia della bambina ai giornalisti locali ha detto: “Spero che abbia una vita miserabile e che trascorra il resto della sua vita in prigione“.