Bambino di 3 anni cade in una piscina e muore

Dramma a pochi chilometri da Cagliari, in Sardegna

Dramma nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 9 aprile, in una villetta di Quartu Sant’Elena, alle porte di Cagliari.

Un bimbo di 3 anni e mezzo è caduto in piscina ed è annegato: inutili i soccorsi del 118, con medici e infermieri che hanno tentato disperatamente di rianimarlo. Nella villetta dove si è consumato la tragedia, quando sono arrivati i carabinieri della stazione di Quartu c’erano due famiglie, per un totale di 8 persone: il bambino era con la sua famiglia di nazionalità ucraina, e a quanto si è saputo, nell’abitazione si stava celebrando un matrimonio con rito ortodosso.

Il piccolo, infatti, era figlio di un pastore ortodosso ucraino che stava celebrando un matrimonio in casa. Il padre era stato chiamato per officiare il matrimonio e ha deciso di portare con lui anche la moglie e i due figli. La cerimonia è stata celebrata questa mattina e il pastore la moglie e i figli sono rimasti con gli sposi.

Il piccolo, da quanto si apprende, stava giocando vicino alla piscina, piccola e con poca acqua, aveva anche indossato un costumino. I genitori lo avrebbero perso di vista solo un istante. Il piccolo si è tuffato in piscina e ha battuto la testa o è caduto all’interno. Quando i familiari lo hanno visto in acqua era già privo di sensi. L’allarme è scattato subito.

LEGGI ANCHE: Operatore televisivo cade in un dirupo e muore.