Banconote false da 20 o 50 euro: ecco come riconoscerle

Scopriamo quali sono le caratteristiche da individuare per riconoscere se una banconota è vera o meno

Un’ottima abitudine che tutti dovremmo adottare sarebbe quella di controllare le banconote che ci vengono consegnate. Secondo quanto suggerito dalla Banca d’Italia, bisognerebbe prestare più attenzione a quelle da 20 e da 50 euro, in quanto sono le più facili da falsificare. Ricevere una banconota contraffatta causa ovviamente un danno economico al cittadino che ha avuto la sfortuna di non essersi accorto della sua falsità. Inoltre, se la banconota viene consegnata alla banca, questa sarà ritirata, distrutta e non rimborsata. Ci potrebbero essere anche conseguenze legali, in quanto queste banconote ovviamente non possono essere utilizzate in alcun modo.

Come riconoscere le banconote false

Cercheremo quindi di elencare le caratteristiche a cui prestare attenzione per il riconoscimento delle banconote false da 20 e 50 euro. Intanto partiamo dalla considerazione che la falsificazione di queste banconote è fatta in maniera molto grossolana, quindi la qualità della copia non è perfetta.

Banconota da 20€

Esistono diverse differenze abbastanza visibili tra i contanti falsi e quelli veri, proprio perché i falsari non riescono a riprodurre ogni particolare. Quindi, confrontare una banconota che si pensi che sia falsa con una sicuramente vera, aiuta ad accorgersi delle piccole ma sostanziali differenze. I nuovi contanti hanno adesso dei caratteri speciali per i non vedenti che non sono facilmente riproducibili.

E’ inoltre fondamentale prendere la banconota tra le dite e metterla controluce per mettere in risalto le strisce olografiche e il simbolo dell’euro che indicano la sua autenticità.

banconota controluce

Grazie a questi due metodi è già possibile riconoscere se la banconota che ci siamo ritrovati tra mani è vera o falsa. Esiste però un altra caratteristica da valutare: la consistenza della carta.

Se vi doveste accorgere di essere stati vittima di una truffa simile, la prima cosa fare è quella di andare presso la propria banca di fiducia e consegnare la banconota incriminata, che a sua volta verrà mandata alla Banca d’Italia. Anche se non riceverete il rimborso del valore corrispondente, non provate ad acquistare qualcosa con i soldi contraffatti, per non essere anche voi autori di questa fastidiosa truffa.

LEGGI ANCHE: Truffe online a gogo con falsi buoni ‘Decathlon’: la denuncia della Polizia Postale