Barbara D’Urso a Pamela Perricciolo: “Ho ricevuto una mail inquietante”

Durante l’intervista a Pamela Perricciolo, Barbara D’Urso ha letto in studio una email che ha definito “inquietante” e che riguarda le due ex agenti della Prati.

Come nelle migliori serie tv, continuano ad arrivare gli spin-off della fiction ‘Pamela Prati gate’. L’ennesimo riguarda una coppia totalmente estranea allo showbiz, ma che ha avuto la sfortuna di incontrare la diade Perricciolo-Michelazzo sulla propria strada. E per la seconda volta è stata coinvolta Barbara D’Urso.

La notizia, infatti, è stata data proprio durante la scorsa puntata di ‘Live-Non è la D’Urso’ quando la padrona di casa, durante l’intervista a Pamela Perricciolo, ha letto in studio una mail “inquietante che le era arrivata a poche ore dalla diretta.

Ecco il testo della missiva elettronica.

Buongiorno Barbara. Scrivo per raccontare un episodio su Perricciolo. Otto anni fa l’abbiamo conosciuta, insieme alla Michelazzo, durante i tornei di burraco. Da subito si è instaurato un rapporto di simpatia reciproca, soprattutto con la mia compagna. Andando avanti con la frequentazione, nel 2013, quando tu saresti stata fidanzata con un cugino Coppi di Eliana ed addirittura una loro assistita presso loro agenzia, entrambe si spacciavano per tue agenti, tanto che quando passava un tram con tua foto, entrambe si inginocchiavano esclamando ‘Ave, zia Barbara’. Sull’onda di questa presunta vicinanza, la Perricciolo chiese alla mia compagna se fosse interessata ad investire dei soldi in un fondo di investimento gestito da te, Barbara, e con sede a Capo Verde. Così le sono stati dati, in contanti e ingenuamente, perché Dany Copi sarebbe andato a depositarli, 7500 euro in tre tranches. Pochi mesi dopo Perricciolo si è presentata con 600 euro in contanti a titolo di interessi maturati. Ci ha sorpreso tale rendimento in così poco tempo. Poi, il silenzio assoluto. Non solo non ha più restituito un soldo, ma non si è più trattato argomento. Fino a quando, nel 2015, dopo numerose richieste, la mia compagna l’ha messa alle strette e le chiesto che fine avessero fatto i soldi, la pregava di dire la verità edi ammettere che probabilmente li aveva spesi lei e così è stato. La Pericciolo ha ammesso che il fondo non è mai esistito e che avrebbe provveduto a restituire i soldi. Su insistenza della mia compagna ha poi ammesso che Simone Coppi non è mai stato reale ma inventato. Ad oggi restano 3400 euro, che lei stessa ammette in messaggi scambiati con mia compagna, da dover restituire“.

La Perricciolo ha ammesso di essere a conoscenza delle accuse, ma anche precisato: “c’era un investimento fatto tra noi e tu non c’entravi niente e assolutamente non facevi da specchietto per le allodole“.

Leggi anche: Morgan alle madri dei suoi figli: “Sono un padre fantasticolo solo quando do soldi”.