Barbara D’Urso replica a Massimo Giletti: “Prati-gate? Merito dei miei giornalisti”

La nota conduttrice ha risposto alle critiche mosse dal giornalista durante la puntata di domenica di ‘Non è l’Arena’.

Non si è fatta attendere la replica di Barbara D’Urso a Massimo Giletti. Il giornalista, durante la puntata di domenica scorsa di ‘Non è l’Arena’ aveva criticato il modo ‘poco giornalistico’ di trattare il Pamela Prati gate da parte di alcune trasmissioni che si dicono essere “sotto testata giornalistica”. Il riferimento era alle trasmissioni di Lady Cologno, anche se non nominate esplicitamente.

E oggi la diretta interessata ha detto la sua a riguardo in una intervista rilasciata all’Adnkronos.

Giletti – ha detto – fa benissimo il lavoro che fa. Ognuno ha i propri tempi. Del resto tutto quello di cui si parla e si è parlato nasce dall’inchiesta dei miei giornalisti di Videonews. Sono loro che scavando sono arrivati a far confessare la Michelazzo. Se non fosse successo quello, la Prati non avrebbe confessato. La nostra inchiesta ha scoperchiato un sistema, decine di persone erano state coinvolte a propria insaputa, da Al Bano a Mister Svizzera spacciato per Simone Coppi, fino a gente comune, come il bimbo di 10 anni che doveva interpretare Sebastian Caltagirone di cui ho ospitato la vera madre: anche lei ha scoperto la verità sul suo bambino grazie a ‘Live’. Ora la storia è pressoché conclusa, è il momento che se ne occupino i giudici per appurare le varie responsabilità”.

Poi è tornata sulla ospitata di Matteo Salvini nella parte della trasmissione dedicata alle sfere.

Mi sembrava interessante – ha spiegato – mettere un politico tanto amato e tanto criticato di fronte a personaggi popolari che lo avevano attaccato, invece di fare quello che fanno benissimo altri programmi facendo confrontare i politici con altri politici o con i giornalisti”.

Sempre molto diplomatica.

Leggi anche: Lorella Cuccarini: “Non sono l’ultima starlettina raccomandata”.

Da SaluteLaB: Uomo contrae un raro fungo, lo stesso che gli ha ucciso il cane.