“È troppo basso” e per questo non andrà in carcere

Non andrà in carcere a causa della sua statura.

Bryan Anthony Bowen, 26enne inglese affetto da nanismo non starà dietro le sbarre nonostante abbia tentato di adescare due minorenni.

Lo ha deciso il giudice Rhys Rowland della Mold Crown Court: Bryan non è adatto alla vita in prigione perché “piccolo di statura ed emotivamente inadeguato”. Inoltre, come affermato dal suo difensore, ha difficoltà di apprendimento.

Dunque per il giovane, che in un primo momento era stato condannato a 48 settimane di carcere, sono scattati l’iscrizione nel registro dei reati sessuali, la riabilitazione e il coprifuoco per tre mesi (tutti i giorni dalle 21 alle 7 del mattino).

Ma cosa ha fatto? Bryan aveva cercato di adescare su Facebook due ragazzine di 13 e 15 anni. Aveva inviato alla 15enne foto di nudo e messaggi sconci alquanto espliciti. Lei aveva tentato inutilmente di bloccarlo. Al momento dell’arresto, la Polizia ha trovato nel pc del ragazzo anche altri messaggi a sfondo sessuale mandati ad una 13enne.

Non credevo avesse meno di 16 anni” ha tentato in prima battuta di difendersi, ma poi è crollato e ha confessato di aver cercato di spingere le due giovani a fare sesso con lui.