Belen Rodriguez: trattamento di favore per il tampone? La protesta

La showgirl argentina ha ricevuto il risultato in tempi brevissimi.

belen-rodriguez

Belen Rodriguez è stata al centro dell’attenzione mediatica per tutta l’estate a causa della fine della sua storia con Stefano De Martino e per i flirt con Gianmaria Antinolfi e Antonio Spinalbese.

La showgirl argentina, che si sta godendo l’ultimo scampolo di vacanza con la sorella Cecilia, è finita al centro delle polemiche per via del tampone del Covid a cui è stata sottoposta, risultando negativa (ha postato il risultato nelle Stories del suo seguitissimo profilo Instagram).

LEGGI ANCHE: Nuova fiamma per Ignazio Moser? Ecco chi è

Belen, la polemica sul tampone

Il tampone per il Coronavirus fatto a Belen Rodriguez ha scatenato le ire di numerosi cittadini partenopei, persone che, per quanto riguarda le prestazioni sanitarie, devono fare riferimento all’Asl di Napoli 1.

Il motivo? Un trattamento di favore per la showgirl, che sarebbe riuscita ad avere in mano il risultato del tampone rinofaringeo in meno di 24 ore. Diverse persone hanno segnalato che, in situazioni diverse, per ricevere una risposta ci vogliono dai cinque giorni in su.

Gli sfoghi dei cittadini contro il tampone di Belen Rodriguez, che ha ricevuto il risultato il 28 agosto dopo essere arrivata da Ibiza a Capri il giorno prima, si sono palesati soprattutto sulla pagina Facebook ASL Napoli 1 Centro. Ecco uno dei tanti commenti comparsi sotto ai post.

Per carità, nulla da dire sulla rapidità dei tamponi , ma una volta fatto , non è possibile rimanere 5 /6 gg a casa senza avere l’esito . Non voglio paragonarmi a Belen , ma dato che pago le tasse anch’io, non ci devono essere favoritismi o ancor più grave , situazioni appariscenti . 72 ore per ricevere il tampone , bene ma per tutti e non un minuto in più.

LEGGI ANCHE: Stefano De Martino, le indiscrezioni di Maria De Filippi: “Ho detto io a Emma Marrone che era innamorato di Belen Rodriguez”