Belgio, l’ex re Alberto II ha ammesso di avere una figlia illegittima

Si tratta di Delphine, nata da una relazione ‘clandestina’ di 51 anni fa.

Figlia illegittima di Alberto II

Diciamoci la verità. Parlare della casa reale del Belgio e dei suoi scandali è un po’ da sfigati. Vuoi metterli con gli inglesi? Sempre pronti a darti degli spunti, con una famiglia così instabile, in uno stato così bello con l’Inghilterra. Il Belgio non attrarre, non crea fiction, non fa notizia.

Eppure, ogni tanto, qualcosa trapela. E lo scandalo proviene dalla Casa reale o da chi effettivamente ne faceva parte e ne regolava tutte le attività. Una notizia causata dall’ex massima carica. Dalla persona che non ti aspetti. Che di facciata appare un uomo calmo e fedele ma che poi non si rivela così e si comporta come un playboy qualsiasi. Ma veniamo al fatto.

L’ex re del Belgio, Alberto II, ha ammesso di essere il padre di una figlia illegittima, Delphine, detta Dafne, Boel, nata da una relazione 51 anni fa, dopo essere stato costretto a sottoporsi a un test del Dna che ha dato risultato positivo. Con questa dichiarazione, l’ottantaduenne ex monarca ha annunciato di voler mettere fine a una ‘dolorosa’ battaglia legale che va avanti dal 2013 quando decise di abdicare e perse l’immunità reale.

L’ex re Alberto II insieme alla figlia illegittima.

LEGGI ANCHE: Chi è Giulio Violati, il marito di Maria Grazia Cucinotta.

Alberto II ha sempre negato finora di essere il padre della donna che per vent’anni ha sostenuto di esserne la figlia, tanto da rivolgersi ai tribunali belgi per ottenere giustizia. Lo scorso maggio l’ex re ha acconsentito a sottoporsi al test del Dna dopo che un tribunale di Bruxelles lo aveva condannato a una multa di 5 mila euro per ogni giorno che si rifiutava. Un uomo davvero ostinato ma alla fine i soldi hanno valore per tutti.

Si arriva così a una vittoria di una donna, Dafne, che si conquista così tutto il diritto di essere principessa ed erede dei beni della corona. Ma lei, che nella vita è un’artista di alta fama, non voleva questo. Voleva solo un riconoscimento del padre, che si è sempre rifiutata di incontrarla, sin dalla fine degli anni Novanta, quando ha cercato di incontrare il re in segreto per capire se era vera quella storia che le aveva confessato la madre, ovvero che ne era l’amante.

Sia Dafne che il re non hanno voluto rilasciare dichiarazioni pubbliche su tutto questo evento. Possiamo solo inaugurare che s’incontrino, che si parlino e che si abbraccino. Come un padre di 82 anni una figlia di oltre mezzo secolo, che finalmente potrebbero vivere un momento d’affetto. Ma forse questo accade solo nelle fiction.

LEGGI ANCHE: Piedi gonfi e stanchi: cause e rimedi.