Bergamo, gravissima bimba di 14 mesi azzannata dal cane di casa

Mentre il papà è indagato a piede libero perché accusato di lesioni colpose, restano gravissime le condizioni della bambina di 14 mesi azzannata dal cane di casa.

Il dramma si è consumato domenica sera a Bergamo. Protagonista una famiglia di origini boliviane. Durante la cena l’animale, un incrocio tra un boxer e un pastore tedesco, si è improvvisamente avventato sulla bambina azzannandola alla testa.

Per staccarlo è stato necessario l’intervento del padre e di due amici che erano a cena. Dopo una dura lotta contro l’animale, la bimba è stata sottratta alle grinfie dell’animale e trasportata d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII dove è stata sottoposta ad un intervento chirurgico molto delicato.

Questo il racconto del padre a ‘L’Eco di Bergamo’.

È stata questione di istanti: la mia bimba camminava avanti e indietro sul divano e, venendo verso di me, è caduta in avanti, finendo sulla seduta accanto a me: a quel punto il nostro cane Leone, che era per terra lì davanti, è scattato e l’ha azzannata alla testa, trascinandola sul pavimento. E non la mollava più: io e due nostri amici, che erano a cena da noi, abbiamo cercato di staccarlo, ma invano. Alla fine gli ho messo la mano in bocca e gliel’ho aperta con la forza della disperazione restando anche io ferito“.

La piccola è in prognosi riservata, si trova sedata in terapia intensiva e le sue condizioni, come già detto, restano molto gravi. Intanto resta inspiegabile il comportamento del cane che sembrerebbe essere sempre stato molto mite tanto da dormire spesso vicino alla bambina.

Il cane comunque è stato preso in consegna dai veterinari dell’Ats e sarà abbattuto.