Bettie Bee, il gatto con due teste che sta sopravvivendo

Bettie Bee è nata 11 giorni fa ma già su internet la conoscono tutti per la sua particolarità: ha tre occhi, due bocche e due nasi.

È, infatti, una gattina bifronte, nata il 12 dicembre scorso, insieme ad altri due gattini normali, e sta sconfiggendo le basse probabilità di sopravvivenza dopo che un veterinario inizialmente aveva suggerito di abbatterla.

La storia è raccontata dal Daily Mail.

Bettie Bee è accudita da persone molto esperte di gatti ed è alimentata da un tubo ogni due ore e mezza attraverso entrambe le bocche.

Finora sta andando davvero bene, e sta progredendo come un normale gattino“, ha affermato chi l’ha in cura, aggiungendo che “non è molto diverso dal prendersi cura di qualsiasi altro gattino che ho allevato, a parte l’alimentazione con il sondino“.

I gatti bifronti, noti come gatti Janus (Iano), sono estremamente rari e di solito muoiono in giovane età, ma Bettie Bee mostra segni di crescita promettenti.

L’occhio medio della piccola gattina si è perfino “aperto presto“, ma gli altri due sono ancora chiusi.

Con un nome comporto da due parti (uno per ogni faccia), la gatta soriana sudafricana è diventata una superstar globale, con migliaia di persone che seguono i progressi di Bettie Bee su Facebook.

Mentre è ancora troppo presto per dire se Bettie Bee vivrà come il famoso gatto Janus, Frankenlouie, che ha vissuto fino all’età di 15 anni, chi sta badando a lei spera che seguirà le sue orme.