Bimba di 2 anni morta di freddo, il padre stava dormendo in casa

Una bambina di due anni è morta dopo aver vagato per casa sua quando suo padre si è addormentato ed è stata trovata all’esterno, nel portico, quando le temperature erano gelide.

La tragedia è accaduta ad Akron, nell’Ohio, Stati Uniti d’America.

La madre di Wynter Parker ha fatto una telefonata disperata alla polizia venerdì pomeriggio – 2 febbraio – dicendo di avere trovato la figlia congelata nel portico.

La piccola è morta dopo che i paramedici l’hanno portata all’ospedale pediatrico di Akron.

A quanto pare, la madre ha lasciata la bambina alle cure del padre per portare a termine alcune commissioni con l’altro figlio di quattro anni.

Il padre, però, che aveva lavorato in turni di notte, si è addormentato.

Al momento del dramma, nella città statunitense – che confina con il Canada – si sono registrate temperature fino a – 6 °C.

La piccola non indossava né un cappello né un cappotto né guanti.

I poliziotti indagano sulla morte di Wynter. A breve ci saranno i risultati dell’autopsia ma già è stato appurato che la piccola ha sofferta di una grave ipotermia.

Il luogo del dramma.

 

CONSIGLI IN CASO DI CONGELAMENTO

L’Akron Children’s Hospital, dov’è stata portata la bambina, ha fornito alcuni consigli sulla sicurezza invernale per i genitori con bambini piccoli.

L’ospedale ha avvertito che il congelamento può iniziare dopo 30 minuti dall’esposizione alla temperatura quando è di zero gradi.

Un portavoce ha affermato: “Questa è una delle cose di cui i genitori non si rendono conto. Il congelamento avviene più velocemente nei bambini“.

I genitori dovrebbero sempre assicurarsi che i bambini indossino strati di vestiti quando vanno fuori al freddo e controllarli spesso.