Bimba morta per malaria a Trento, l’ipotesi dell’esperto

malaria

Una bimba di 4 anni di Trento è morta di malaria all’ospedale Civile di Brescia, dove era giunta in condizioni gravissime.

Lo rendono noto i giornali locali secondo cui la bimba era stata trasferita in elicottero dall’ospedale di Trento.

La causa dell’infezione potrebbe essere ricercata nella puntura di una zanzara.

La piccola, secondo quanto appreso, non sarebbe mai stata in un Paese malarico. E la zanzara che trasmette la malattia non risulta presente, come specie, in Italia.

Si tratta del primo caso in 30 anni“, ha commentato il primario dell’Ospedale di Brescia.

La fonte del contagio è “incerta” e, quindi, l’ospedale di Trento, dove la piccola era stata ricoverata inizialmente, opererà la disinfestazione.

Una delle ipotesi è che qualcuno, di ritorno da un viaggio in zone infestate, abbia portato con sé il plasmodio e, poi, è stato “punto da una anofele nostrana che, a sua volta, ha punto la bimba“, ha affermato un infettologo di Brescia.

Le zanzare che stanno in Italia, però, non sono molto adatte a trasmettere il microrganismo.

Si è appreso, poi, che la piccola è stata in vacanza a Bibione, sulla riviera veneta.

La Procura ha aperto un’indagine.

LEGGI ANCHE: MALARIA – SINTOMI, CAUSA E CURE