Bimba nasce morta, il padre mette a soqquadro l’ospedale

Tra medici e paramedici sono in undici ad essere indagati per la morte di una neonata avvenuta presso il reparto di ginecologia dell’ospedale “Martiri del Villa Malta” di Sarno, in provincia di Salerno. La neonata sarebbe nata senza vita a causa di una “morte intrauterina di feto a termine”

Tuttavia la salma della piccola ora è sotto sequestro perché nei prossimi giorni verrà effettuata l’autopsia per chiarire la causa della morte.

Il dramma si è consumato domenica scorsa. Sembrava un parto normale, il travaglio procedeva come da manuale. I medici e il ginecologo avevano rassicurato tutti. Poi all’improvviso il dramma. Qualcosa non va e si procede ad un cesareo d’urgenza.

La neonata nasce, però non respira. I medici tentano di rianimarla, ma inutilmente. Per la piccola non c’è nulla da fare e viene constatato il decesso.

Dal dolore immenso per una morte inspiegabile alla rabbia il passo è stato breve. I familiari della coppia, accorsi in ospedale per assistere al lieto evento, hanno iniziato ad urlare e a inveire contro i medici dell’ospedale e soprattutto contro il ginecologo della donna.

Il padre ha avuto una reazione più violenta: ha sfogato la sua ira sui macchinari della sala operatoria. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che dopo aver riportato la calma, hanno sequestrato il corpicino della bimba e avviato le indagini.