Bimba sbranata dai pitbull, indagati i genitori per omicidio colposo

Lo scorso 17 settembre due pitbull hanno azzannato e ucciso una bambina di 13 mesi a Flero, nel bresciano, mentre giocava nel giardino di casa.

La Procura della Repubblica di Brescia ha iscritto nel registro degli indagati, con l’accusa di omicidio colposo, i genitori della piccola, di origine albanesi.

In casa, al momento della tragedia, c’era solo il nonno paterno, già indagato per mancata sorveglianza della nipotina.

Quest’ultimo, accortosi dell’accaduto, ha provato a difendere la nipote ed è stato ferito gravemente anche lui. Sono stati, poi, i vicini a fare allontanare gli animali da lui.

L’esterno dell’abitazione della casa. Foto di Filippo Venezia (Ansa.it).

I genitori della vittima, proprietari dei due cani (abbattuti dai Carabinieri), sono indagati perché avrebbero dovuto valutare meglio la convivenza tra la figlia e gli animali.

C’è anche un altro indagato: si tratta del veterinario del paese bresciano che non aveva denunciato all’ATS (Azienda per la Tutela della Salute) il ferimento di un cane nel parco di Flero da parte degli stessi due cani.

Il veterinario dovrà rispondere dell’accusa di omissione d’atti d’ufficio.