Bimbi travolti dal suv, la mamma di Simone: “Consegnateci l’assassino” / VIDEO

Ecco le parole dure della mamma di Simone durante una intervista.

O lo condannano o lo consegnano al popolo. È questo quello che vuole la mamma di Simone, uno dei due cuginetti di Vittoria che la sera di giovedì scorso sono stati travolti e uccisi dal suv guidato da Rosario Greco.

Il dolore è grande e incomprensibile per chi fortunatamente non l’ha mai provato. È quello di una mamma che ha perso il proprio figlio e in maniera così violenta e assurda. Il perdono per l’omicida non è ammissibile in questo caso, e forse giustamente.

Tutta l’Italia lo vuole morto. Consegnatelo a noi – ha detto la mamma di Simone in una intervista per una emittente locale – ci pensiamo noi. Mi dispiace che non sia morto. Mio figlio e mio nipote non ritornano più. Noi vogliamo giustizia. Lui deve marcire in carcere oppure si ammazza. Ammazzarlo a noi non costa niente. Lo ammazziamo subito subito. O lo condannano o lo consegnano al popolo”.

Abbiamo trovato una scena straziante. Mio figlio – ha raccontato – era senza gambe e voleva l’acqua. Voglio vendetta per mio figlio e mio nipote e tutti i bimbi investiti da queste persone che si drogano e bevono. Vi drogate e bevete? Ok, è la vostra vita, ma non potete uccidere i bambini. Non si può accettare una cosa di queste. Lui deve pagare, ma tanto. Due bimbi non possono morire così. Hanno avuto la morte più straziante che si possa avere. Deve pagare con la pena più pesante che c’è. Mi dispiace che in Italia non ci sia la pena di morte, lui meriterebbe questo”.

Quel ‘lui’ è Rosario Greco, il figlio di Elio Greco il ‘re’ degli imballaggi di Vittoria, e con precedenti penali per porto abusivo di armi e traffico di sostanze stupefacenti. Con lui a bordo del Suv c’erano altre tre persone: Angelo Ventura figlio del capomafia di Vittoria, Giambattista, Alfredo Sortino con vari precedenti penali, e Rosario Fiore.

Quando ha sbattuto con la macchina – ha raccontato la donna – è sceso. Mi ha guardato negli occhi. Gli ho detto ‘cosa hai fatto?’. Lui mi ha risposto ‘io non ho fatto niente’. Lui era sul ciglio della strada a guardare la scena, senza chiamare soccorsi. Per non parlare degli altri tre che sono scappati. Non hanno cuore, non hanno dignità, non si possono chiamare neanche persone. Sono dei vigliacchi”.

IL VIDEO:

Leggi anche: Bimbi travolti dal Suv, morto anche Simone.