Bimbo di 11 anni si spara in testa durante una lezione su Zoom

Il dramma è avvenuto in California, negli Stati Uniti d’America.

In California, negli Stati Uniti d’America, un bambino di 11 anni è morto dopo essersi sparato durante una lezione a distanza.

Il piccolo è stato trovato con una ferita alla testa nella sua casa di Woodbridge, poco dopo le 11 di mercoledì scorso, 2 dicembre.

Gli agenti della Polizia di San Joaquín sono arrivati ​​a casa dopo avere ricevuto diverse chiamate che denunciavano il drammatico episodio.

Il ragazzino è morto in un ospedale per una ferita «autoinflitta. Il nome dell’11enne non è stato rilasciato e non sono stati forniti altri dettagli, ad esempio sull’origine dell’arma da fuoco.

Il bambino, studente della Woodbridge Elementary School, stava seguendo la lezione su Zoom quando si è sparato. Gli agenti hanno dichiarato alla stampa locale che il bambino aveva il microfono e la videocamera spenti al momento della tragedia.

In casa c’era la sorella che, a sua volta, stava partecipando a una lezione online. Ha trovato il fratello a terra, ha allertato l’insegnante ed è corsa da un vicino di casa per chiedere aiuto.

Il distretto scolastico ha espresso le sue condoglianze per quanto accaduto e ha offerto consulenza e sostegno per i compagni dell’11enne e per gli insegnanti.

LEGGI ANCHE: Neonato abbandonato in un sacchetto di plastica, arrestato il padre.