Bimbo – eroe: a 5 anni salva la sorella di 2 e il cane da un incendio in casa

Il piccolo Noah riceverà la nomina di vigile del fuoco ad honorem.

Scoppia un incendio negli Usa. Un bambino di cinque anni, durante la notte di domenica 9 febbraio, si è svegliato tra le fiamme causate da una presa elettrica. Nonostante la giovanissima età non si è fatto prendere dal panico e ha salvato l’intera famiglia.

Noah Woods, questo il nome del piccolo eroe, è stato nominato vigile del fuoco ad honorem. Riceverà oggi riceverà un premio prestigioso per il sangue freddo dimostrato. Infatti, prima ha salvato la sorellina uscendo da una finestra aperta (il primo varco disponibile), poi è rientrato per aiutare il resto dei suoi cari.

Erano nove in totale in casa, tutti addormentati. In Georgia, nella contea di Bartow, Noah ha dimostrato di avere coraggio da vendere. Domenica 9 febbraio, si è svegliato a causa delle fiamme e ha pensato subito a mettere in sicurezza la sorellina di appena due anni.

È saltato giù dal letto, a preso in braccio la sorella ed è uscito dalla finestra. Già questo sarebbe stato un gesto da eroe, ma il bambino di cinque anni ha pensato anche agli altri sei componenti della famiglia. È rientrato in casa traendo in salvo anche loro. Grazie al suo intervento tempestivo non ci sono state vittime.

I vigili del fuoco, intervenuti per domare l’incendio negli Usa, sono rimasti stupefatti dalla determinazione del piccolo Noah: «Abbiamo già visto bambini allertare le loro famiglie», ha dichiarato alla CNN il capo dei vigili del fuoco della contea di Bartow, Dwayne Jamison, «Ma per un bambino di cinque anni essere abbastanza vigile per farlo … è davvero straordinario».

Le fiamme hanno avuto origine da una presa elettrica in sovraccarico nella cameretta del piccolo. Noah, insieme ad altri quattro familiari, ha riportato ustioni di poco conto e effetti collaterali da inalazione da fumo.

LEGGI ANCHE: 5 cose da fare in caso di incendio per salvarti la vita

Il nonno di Noah Woods fuori dalla casa
Incendio negli Usa, il nonno del piccolo Noah Woods

«Grazie a Dio, tutti e nove i nostri cari sono stati in grado di uscire di casa», ha detto il nonno del piccolo eroe in un post, «Se non fosse per Noah, potremmo non essere qui oggi». Adesso, si aspettano le donazioni da parte della comunità per ristrutturare la casa.

L’incendio negli Usa poteva causare non poche vittime, se non fosse stato per il piccolo Noah. Oggi è prevista la cerimonia per nominarlo vigile del fuoco onorario. Un premio prestigioso che in genere è riservato ai professionisti. Persino il governatore della Georgia, Brian Kemp, ha scritto una lettera per complimentarsi con questo coraggioso bambino.

LEGGI ANCHE: L’Albero di Natale prende fuoco e fa una strage.