Bimbo non vuole andare a scuola, aggredisce genitori e carabinieri

Tutti, almeno una volta nella nostra carriera scolastica, abbiamo cercato di convincere i genitori a non mandarci a scuola. Nella maggior parte dei casi è stato perché c’era qualche interrogazione per la quale non eravamo preparati, a volte è stato perché semplicemente volevamo rimanere al caldo nel letto della nostra cameretta.

E quante ne abbiamo inventate per non andarci: mal di pancia, pseudo-influenza, malesseri vari. E quando i malanni non funzionavano, ecco che marinavamo la scuola. Eravamo dei creativi, in fondo. Ai nostri tempi nessuno avrebbe fatto come un bambino di 10 anni di Siracusa balzato agli onori della cronaca proprio in queste ore.

Anche lui non voleva andare a scuola. Non è dato sapere perché, ma è un dettaglio che importa poco.

Ciò che ha reso ‘famoso’ questo giovanissimo studente è la modalità con cui ha cercato di convincere la madre e il padre.

Come riporta SiracusaNews, il ragazzino “nonostante la tenera età, si era scagliato con violenza contro di loro strappando tutti i libri di scuola”.

E tanto forti sono state le urla che i vicini di casa hanno chiamato i Carabinieri. Quando sono arrivati, il 10enne “si è mostrato aggressivo anche nei loro confronti”. Ma fortunatamente i militari sono riusciti a placare gli animi di tutta la famiglia.

Non sappiamo se poi il bambino è andato a scuola o se ha raggiunto il suo scopo.