Boeing 737-500 cade in mare, a bordo 62 persone

L’incidente è avvenuto in Indonesia.

Crescono i timori per la sorte delle 62 persone, tra passeggeri e membri dell’equipaggio di un aereo delle Sriwijaya Air (registrato PK-CLC) che è sparito cinque minuti dopo il decollo dall’aeroporto di Jakarta, in Indonesia. A bordo non c’erano italiani.

Su Flightradar24 si evince che l’aereo è partito dall’aeroporto di Jakarta oggi ma ha perso più di 10.000 piedi di altitudine in meno di un minuto, circa 4 minuti dopo il decollo. Il Boeing 737-500, volo SJ182, era decollato questa mattina da Jakarta alla volta di per Pontianak, nell’isola del Borneo, in Indonesia, dove doveva atterrare tre ore più tardi.  È sparito dai radar senza aver dato alcun segnale di pericolo o difficoltà, subito dopo il decollo.

Secondo il il sito AirLive, la lista dei passeggeri presenta 56 persone, tra cui 46 adulti, 7 bambini e 3 neonati. Sei i membri dell’equipaggio.

l Boeing 737-500 decollato da Giacarta, di cui si sono persi i contatti poco dopo la partenza, è caduto in mare e i suoi rottami insieme a resti umani sono stati ritrovati nelle acque al largo della capitale. Lo ha detto a una Tv locale il capitano EKo Surya Hadi, comandante della nave della guardia costiera Trisula, secondo quanto riporta il Global Times.

La compagnia aerea indonesiana Sriwijaya Air, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, è il terzo vettore più grande del paese, gestisce una flotta di aeromobili a fusoliera stretta e offre voli per varie destinazioni indonesiane e alcune destinazioni internazionali. La compagnia aerea è elencata come compagnia aerea di categoria 1 dall’Autorità per l’aviazione civile indonesiana, lo stato più alto che può essere raggiunto per la sicurezza operativa.