Cronaca Social

Bollette luce e gas, arriva il sito per verificare i consumi pregressi

Manca ormai meno di un anno allo storico passaggio definitivo al mercato libero per la luce e il gas, e le Istituzioni stanno mettendo in campo la massima informazione e assistenza per gli utenti, con l’obiettivo di informare e consentire di effettuare una scelta consapevole.

Per scegliere al meglio il nuovo fornitore e la tariffa nel regime di mercato libero è bene verificare alcuni dati riguardanti la propria spesa energetica.

Vanno verificate le bollette di luce e gas per individuare lo storico dei consumi e le fasce in cui avviene la maggiore richiesta di corrente, al fine di scegliere, tra le tante disponibili, l’offerta che più si avvicina alle proprie esigenze di utilizzo.

Un forte aiuto viene dato dal nuovo portale che l’autorità per l’energia e per l’ambiente ha reso disponibile al link www.consumienergia.it, che permette ai consumatori di tenere sotto controllo i consumi effettuati e di accedere allo storico degli ultimi dodici mesi.

Il sito era stato approvato con la Legge di Bilancio 2018, e rappresenta un ottimo servizio per verificare lo storico dei propri consumi domestici, senza dover recuperare ogni singola bolletta ricevuta dal fornitore.

Un portale chiaro e semplice da utilizzare, il cui accesso avviene tramite Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale che permette l’accesso con nome, password e un codice temporaneo.

Questo strumento può aiutare molti clienti a scegliere la migliore offerta luce e gas sulla base delle proprie esigenze, fornendo un pratico aiuto per trovare un fornitore affidabile e conveniente in regime di mercato libero, come è sicuramente E.ON, uno delle principale aziende operanti in Italia, che mette a disposizione prodotti e servizi energetici competitivi, per un utilizzo più intelligente e smart dell’energia e con un’attenzione particolare al rispetto per l’ambiente.

Tornando al portale messo online dall’Autorità, è disponibile un’area privata dove il cliente può visualizzare, mediante grafici e tabelle intuitive, i dati di consumo precedenti, le letture e le autoletture che sono state fatte nel corso degli ultimi dodici mesi.

Ad alimentare i dati presenti nel sistema è il Sistema informativo integrato (Sii), gestito dall’Acquirente Unico, che ha una banca dati completa, garantendo la fruibilità dei dati e la loro qualità.

Il portale mette a disposizione tutti i dati riguardanti i contratti di luce e gas: denominazione del venditore, il tipo di mercato, data d’inizio e di eventuale fine del contratto di fornitura.

Tutte queste informazioni permettono ai clienti di conoscere approfonditamente tutti i dati riguardanti le forniture, senza cercarli tra le righe delle bollette ricevute, garantendo una scelta più consapevole per quello che riguarda il passaggio al mercato libero delle forniture di luce e gas che dovrà essere fatto, obbligatoriamente, entro la fine di giugno del 2020.