Bombardieri USA sulla Corea del Nord. Arrivato anche un sottomarino

Cresce la tensione in Corea del Nord.

Due bombardieri strategici B-1B Lancers, decollati ieri pomeriggio dalla base del Pacifico dell’Isola di Guam, hanno sorvolato la Penisola coreana, per una dimostrazione di forza diretta al regime di Pyongyang.

I velivoli, in particolare, sono entrati nella zona di identificazione di difesa aerea coreana (Kadiz) intorno alle 20.50 locali.

Ciò è avvenuto mentre aerei militari militari giapponesi e sudcoreani erano impegnati, in corrispondenza del Mar del Giappone, in un’esercitazione notturna.

I bombardieri hanno compiuto due simulazioni di sgancio di missili insieme a due caccia F-15 sud coreani.

La prima è avvenuta al largo delle coste orientali della Corea del Sud, mentre la seconda sul Mar Giallo.

Secondo il comando di stato maggiore congiunto di Seul, i supercaccia USA hanno simulato un attacco aria – terra sul Mar del Giappone con due jet militari sudcoreani F-15k e volato poi tagliando la penisola.

Sabato scorso è arrivato nel porto sud-coreano Jihae, un sottomarino USA e un secondo è atteso e breve.