Bonus da 200 euro per dipendenti e pensionati, come si ottiene e chi ne ha diritto

Novità contenuta nel Decreto Aiuti

Con il Decreto Aiuti arriverà un contributo una tantum da 200 euro per dipendenti privati e autonomi e pensionati fino a 35mila euro di reddito. Lo ha affermato il premier Mario Draghi durante la conferenza stampa che si è svolta ieri, lunedì 3 maggio.

La misura, come spiegato dal ministro dell’Economia Daniele Franco, sarà finanziata con l’estensione del prelievo straordinario sugli extraprofitti ottenuti dalle imprese grazie al caro-energia che sale al 15%.

Il bonus di 200 euro a lavoratori e pensionati dovrebbe arrivare tra giugno e luglio. Lo ha detto il ministro dell’economia, Franco. “Pensiamo per le pensioni, sul lato INPS a luglio” ha detto “per i datori di lavoro stiamo valutando, probabilmente si situerà verso giugno-luglio, non appena tecnicamete possibile”.

E Draghi ha chiarito: “Sui pensionati non c’è molta difficoltà a capire come lo avranno, mentre per i lavoratori dipendenti saranno i datori di lavoro ad erogarlo, che lo recupereranno al primo pagamento di imposta utile. Non è che anticipano e non lo vedono più o lo rivedono dopo un anno, ma vengono ristorati al primo pagamento utile”.

In sintesi, per i pensionati il bonus da 200 euro dovrebbe essere erogato a luglio direttamente dall’INPS. Per i lavoratori dipendenti dovrebbe arrivare in busta paga e il contributo dovrebbe arrivare tra giugno e luglio.

Per i lavoratori autonomi, infine, potranno attingere su un fondo ad hoc che sarà creato a breve.

LEGGI ANCHE: Vladimir Putin presto operato per un cancro?