Brescia, bimba di un anno sbranata dai due cani di famiglia

L'esterno dell'abitazione della casa. Foto di Filippo Venezia (Ansa.it).

Terribile tragedia a Flero, in provincia di Brescia, nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 17 settembre.

Una bambina di un anno e un mese è stata azzannata dai due pitbull di famiglia, per chissà quale motivo, ed è morta.

A quanto si apprende, la piccola era in casa con il nonno, è uscita nel piccolo giardino per giocare con i due animali. A un tratto, però, l’aggressione fatale.

Il nonno, accortosi dell’accaduto, ha provato a difendere la nipote ed è stato ferito gravemente anche lui. Sono stati, poi, i vicini a fare allontanare gli animali da lui.

La bimba è morta per le ferite alla testa in ospedale, poco dopo il ricovero.

La piccola vittima (da Facebook).

La mamma della piccola non era in casa, mentre il padre, di origini albanesi, lavora in Germania, dove si è trasferito dopo la perdita di lavoro in Italia.

La piccola, insieme alla mamma e il nonno si stavano preparando per trasferirsi così da raggiungere il padre.

I militari sono stati costretti ad abbattere i due cani per riuscire ad entrare nel cortile.

Come si legge su BresciaToday.it, anche se non ci sono conferme ufficiali, i cani sarebbero stati già segnalati per la loro pericolosità.

Avrebbero aggredito altri cani e il cortile sarebbe stato giudicato troppo piccolo.