Brignano sul caso Mazzamauro: “Nessuna violenza. Ecco le prove”

Ora tocca a lui. Dopo Anna Mazzamauro e la compagna Bianca Pazzaglia, adesso parla il diretto interessato, Enrico Brignano.

Dalle colonne de ‘Il Fatto Quotidiano’ dà la sua versione dei fatti in merito alle presunte violenze nei confronti dell’attrice durante le riprese del film ‘Poveri ma ricchi’.

Da quattro giorni – ha detto l’attore – sto vivendo in un incubo, perché il mio nome è stato tirato fuori dal web, è una fake news. Ho subito attacchi mediatici, insulti, insinuazioni odiose, così come mia moglie e mia figlia di 9 mesi. La Mazzamauro non ha mai fatto nomi. Fino a ieri ho pensato di mantenere la calma, perché non c’ è nulla da smentire e per proteggere una donna anziana quanto mia madre. Ma ora sono costretto a far vedere il filmato che dimostra che questa signora sta mentendo“.

Il video gli è stato fornito dalla casa di produzione della pellicola, la ‘Wildside’ che però ne ha vietata la diffusione per timore di ‘manipolazioni’.

Nella clip si vede la scena in cui i protagonisti che festeggiano una vincita di 100mila euro. Brignano alza le mani della Mazzamauro per esultare con lei. L’attrice poi si allontana per dire la sua battuta, ma sbaglia i tempi. Brignano la riprende dicendo “Non adesso” e lei ribatte “Non ho capito”.

Il filmato finisce qui.

Non c’ è stata nessuna violenza – ha dichiarato – nessun referto medico, degenza, denuncia ai carabinieri che dimostri questa violenza. Mancano le prove. Una donna senza timpano può continuare a girare un film? Il giorno dopo è tornata sul set”.

Poi ha confessato di aver cercato di contattare la collega e ha smentito la voce dell’aumento di cachet per tacere sulla violenza: “Come tutti noi, ha avuto un aumento grazie al successo ottenuto dalla prima pellicola“.