Britney Spears, il manager: “Non canterà mai più”

Il manager della popstar ha rilasciato una intervista in cui afferma che i problemi di salute potrebbero portare la popstar a non calcare mai più le scene.

È decisamente un periodo no per Britney Spears. Sembrerebbe, infatti, che l’artista non tornerà più a cantare. Carriera, dunque, finita? Ce lo confermeranno o meno le prossime settimane. Nel frattempo, l’unica cosa certa è che la causa sarebbe lo stress emotivo che la popstar sta affrontando a causa della malattia del padre al quale è legatissima.

Tuttavia, a confermare le voci di corridoio che la vorrebbero ormai definitivamente fuori dallo showbiz, c’è la dichiarazione rilasciata dal suo manager Larry Rudolph a ‘TMZ’.

È chiaro che non riprenderà la residency in programma a Las Vegas – ha detto l’uomo – non lo farà in futuro e potrebbe non farlo mai più. Sono stato con lei per i due terzi della sua vita, la guardo come potrei guardare mia figlia. È molto difficile per me, sono emotivamente coinvolto. Personalmente vorrei che trovasse pace, il suo posto felice, qualsiasi cosa voglia dire. Non si parla più di carriera ormai, ma della sua vita. Lasciamola essere una comune cittadina per un po’. Ci ha dato così tanto in questi anni, ora diamole del tempo”.

“C’è un progetto che lentamente stava prendendo forma – ha aggiunto il manager – e che poteva essere l’inizio di qualcosa di nuovo. Tornerà a lavorarci se mai si sentirà pronta. Lavora da quando è una ragazzina. A 37 anni Britney ha già lavorato molto di più di quanto ha fatto chiunque in età da pensione”.

Ma ripercorriamo gli avvenimenti che hanno segnato la vita della popstar nell’ultimo anno. Tutto è cominciato, infatti, l’anno scorso quando suo padre Jamie Spears (a cui pare essere legatissima) ha rischiato di morire per una lacerazione dell’intestino. Un problema di salute che a gennaio ha costretto la 37enne ad interrompere il ‘Las Vegas Britney: Domination’ per dedicarsi alla famiglia.

Tuttavia la situazione ha presto preso una dolorosa piega. Dopo alcuni mesi è trapelata la notizia del suo ricovero in una clinica psichiatrica perché “devastata” dalla malattia del genitore. Poi il 24 aprile l’artista ha pubblicato un post su instagram in cui diceva di essersi ripresa e che presto sarebbe ritornata sulle scene. Oggi, invece, arrivano le dichiarazioni shock del suo manager.

I fans non sanno cosa aspettarsi, ma di una cosa sono convinti: Britney non avrebbe scelto spontaneamente di andare in clinica, ma sarebbe stata costretta dal padre, l’unico tutore della star, il quale in assenza della figlia potrebbe amministrare più liberamente i suoi beni. E difatti dall’aprile scorso circola tra followers e colleghi della popstar l’hashtag #FreeBritney.

Una versione confermata una settimana fa dalla diretta interessata che davanti al giudice ha affermato di essere stata costretta ad entrare in clinica dal padre che aveva scoperto che lei non prendeva più i farmaci (ricordiamo che alla Spears nel 2008 è stato diagnosticato un disturbo bipolare).

Leggi anche: Britney Spears fotografata dopo il ricovero in un centro di salute mentale.