Brucia capannone nel Pavese, nube tossica: 100 evacuati

Nube tossica per un rogo in un capannone dismesso in provincia di Pavia.

Si teme un danno ambientale.

Secondo alcune fonti, subito convocato un vertice urgente in Comune di Corteolona.

Cento le persone evacuate a scopo precauzionale.

L’edificio, di circa 2000 metri quadrati, ha preso fuoco ieri sera – mercoledì 3 gennaio – a Corteolona e Genzone, lungo la Provinciale 31.

Un’alta colonna di fumo nero ha avvolto buona parte della Bassa Pavese.

L’ARPA ha avviato il campionamento per verificare i livelli di diossina.

Il Prefetto ha invitato i cittadini a farsi visitare in caso di infiammazioni.

Il sindaco di Corteolona e Genzone, Angelo Della Valle, e quello di Inverno e Monteleone, Enrico Vignati, hanno raccomandato ai cittadini a non sostare all’aperto ed è stato proibito il consumo di ortaggi.

Denunciato dai cittadini uno strano via via di camion nei giorni scorsi.

Il capannone, infatti, era in disuso da tempo e non si esclude che possa contenere plastiche, pneumatici o rifiuti.