Bruno Barbieri dalla Toffanin: “Ecco perché non ho avuto una famiglia”

Il famoso chef si è confessato a Verissimo.

Bruno Barbieri a Verissimo, l’approfondimento di Silvia Toffanin su Canale 5, ha fatto un bilancio approfondito della sua carriera stellare di chef, senza nascondere alcune sfumature del suo privato che non tutti conoscevano.

Leggi anche: Roberto D’Agostino: “Ero balbuziente e rubai una volta la pelliccia a mia madre”.

«Mi conosco – ha detto – non sarei mai riuscito a diventare Bruno Barbieri avendo una famiglia, perché una famiglia va seguita, una moglie va amata tutti i giorni, i figli vanno portati a messa la domenica, al doposcuola… Il mio lavoro non me lo avrebbe permesso e io non sarei mai stato capace di dire ‘ok, li affido a una tata bilingue’».

In studio, il presentatore di Masterchef ha ripercorso i primi insegnamenti della nonna Mina e della mamma Ornella in una famiglia unita, nonostante l’assenza del padre che viveva in Spagna. Poi la scelta, contro la volontà paterna, di studiare di nascosto all’alberghiero. Da lì la gavetta sulle navi da crociera e le stelle, dopo l’incontro con lo chef Igles Corelli: «Io volevo questo nella vita, per 50 anni mi sono dedicato totalmente a questo lavoro, una full immersion».

Dopo avere gestito vari locali, Barbieri aveva ceduto tutti i suoi locali, decidendo di dedicarsi a piccoli tour dimostrativi. Ma la patria, Bologna, è sempre la patria, così da un po’ ha aperto il Foughetti nella città delle due torri.

Parte della sua fortuna la deve a Masterchef, il programma televisivo a cui accettò di partecipare ormai 8 anni fa. Barbieri è l’unico giudice a non aver mai lasciato. Né pensa di farlo in futuro:

«No, perché quel mondo non è mica solo fuffa – ha dichiarato – e dietro ci sono passioni e talenti e a me piace scoprirli. Adesso il mondo è cambiato e anche la gente. Tutti sanno qualcosa di gastronomia, ed era ora magari qua in Italia abbiamo capito che stiamo seduti sulla nostra fortuna. Comunque il fatto è che attraverso quella scatoletta che è la tv è più facile comunicare, il messaggio arriva molto più velocemente che stando solo in cucina e questo per me è un bene, serve a far capire anche ai giovani che non le cose non sono proprio sempre facili».

Da VoceControCorrente: Litiga con un’automobilista in un’area pedonale e finisce in ospedale.

Da SaluteLab: Presbiacusia: i sintomi quando l’udito comincia a diminuire.