Cambio stagione nell’armadio, l’incubo delle donne. Ecco alcuni consigli per non perdere tempo

Foto Tita Bijoux

Ecco alcuni consigli e qualche “trucco” per affrontare brillantemente la rotazione stagionale negli armadi e per evitare spiacevoli sorprese al prossimo cambio.

 

    • Indumenti: controlliamo che siano tutti puliti e inodori, se non si sono neppure usati metterli fuori ad arieggiare un po’ (se si ha un terrazzo appendere le grucce al filo per stendere), controllare che  le tasche siano svuotate di tutto: una carta di caramelle o un fazzoletto dimenticati stuzzicherebbero la voracità delle tarme. Spazzoliamo l’interno dei risvolti dei pantaloni, dove più facilmente può annidarsi la polvere, diamo una spazzolata anche a giacche e gonne prima di riporle nell’armadio. Le giacche coprirle con sacchi di nylon o con le apposite “mantelline di nylon” in vendita nei negozi di casalinghi, nei supermercati, negli ipermercati dei detersivi, inoltre mettere nelle tasche delle giacche invernali un sacchettino contenente un antitarme.
    • Manutenzione: il cambio di stagione è anche il momento ideale per dare un’occhiata a orli, fodere, occhielli e bottoni intervenendo dove è necessario, per non avere brutte sorprese all’ultimo momento quando ci serve indossare quel dato indumento.
    • Capi in pelle: è consigliabile passarli con un panno inumidito solo di acqua fredda. Alcuni consigliano l’aggiunta di latte, ma asciugandosi, opacizza i capi.
    • Capi di camoscio: il camoscio per sua natura molto delicato, va trattato usando spesso l’apposita spazzola con setole di para anche quando lo si indossa, e fatto lavare non più di una volta all’anno in lavanderia.
    • Calzature: se necessario, far sistemare tacchi e suole, per averle sempre pronte all’uso; pulirle, lucidarle e riporle con le apposite forme o con le punte imbottite con fogli di giornale appallottolati. Le scarpe di vernice vanno lucidate prima con un batuffolo intriso d’olio d’oliva, poi con un panno di lana. Dopo aver pulito tutte le scarpe, tirare fuori dalle scatole quelle di stagione e metterle nella scarpiera in modo da poterle prendere con facilità e riporre, quelle ormai fuori stagione, ognuna nella propria scatola in cima allo scaffale in dispensa, nello sgabuzzino o nel ripiano alto dell’armadio (tanto non saranno utilizzate fino al prossimo cambio di stagione).
    • Pulizia dell’armadio. Lavate gli interni con uno panno imbevuto d’acqua e una goccia di detersivo per piatti (uno sgrassante fenomenale); oppure spolverarlo con un panno asciutto, o spruzzando un prodotto spry antipolvere o, se l’armadio è in legno, un prodotto specifico per la bellezza del legno, quindi far areare per qualche ora e, una volta asciutto, passate l’aspirapolvere negli angoli di ripiani e cassetti.

cambio-di-stagione

Consiglio fondamentale

Per ogni pezzo, fatti tre domande:

  • L’ho indossato l’anno scorso?
  • Mi sta?
  • Non mi piace?

Se non rispondi “sì” a tutte, accantonalo e riponilo in una scatola in cui ci sono tutti i vestiti da mettere via o regalare. Valuta velocemente e senza farti prendere da inutili sentimentalismi!

Leggi anche: pulire i vetri di casa, ecco come non lasciare aloni.