Cane aspetta quattro giorni su un ponte dopo aver visto suicidarsi il proprietario

Un’altra storia di fedeltà che supera anche la morte arriva dalla Cina.

cane aspetta padrone che si è buttato da ponte

Seduto sul marciapiede del ponte Yangtze a Wuhan, un cane aspetta quattro giorni il proprietario che si è suicidato. La sua devozione, testimoniata da alcune fotografie strazianti, ha toccato il cuore di moltissimi utenti del web, e non solo loro.

Le immagini sono di un residente della zona che avrebbe voluto adottare questo splendido amico a quattro zampe, purtroppo però è scappato. Subito sono cominciate le ricerche con l’aiuto della Wuhan Small Animal Protection Association e dei suoi volontari.

Il triste epilogo per un’amicizia che ricorda quella di Hachiko e del suo padrone, pendolare mai più ritornato alla stazione dove il suo cane era solito aspettarlo a fine giornata a causa di una morte improvvisa, risale al 30 maggio scorso.

cane aspetta padrone che si è buttato da ponte

LEGGI ANCHE: Elefantessa uccisa da ananas pieno di petardi: com’è andata veramente?

Il cane che aspetta quattro giorni il proprietario adesso non si sa dove sia, e la priorità è proprio il suo ritrovamento adesso. Che la sua storia si concluda da randagio, per le strade di Wuhan è davvero molto triste. Dopo il trauma che ha subito, merita di ricevere l’amore di una famiglia.

Non si arrendono i volontari dell’associazione animalista che ha trovato casa anche al cagnolino rimasto settimane davanti all’ospedale, in attesa di rivedere il proprio padrone morto a causa del Coronavirus.

Tanti sono i messaggi sui social network di persone che sperano in un lieto fine per il cagnolino, l’ennesimo che ha dimostrato una dedizione e un amore incondizionati. «O mio Dio, questa storia mi ha davvero commosso. Ragazzi, per favore, amate la vostra vita e ricordate che ci sono molte persone che vi adorano»: scrive un utente.

«Spero che possano trovare presto il cane in modo che non debba più sentirsi smarrito. Speriamo trovi una buona famiglia che lo tratti per come merita»: è il commento di un altro. Adesso non si può fare altro che augurarsi che ci sia un lieto fine.

LEGGI ANCHE: Problemi di cuore nel gatto, i sintomi da non trascurare.