Cane e padrone vanno in gita nei boschi: la triste scoperta dei soccorsi

Ecco cos’è accaduto negli Stati Uniti d’America. Il racconto dello Sceriffo.

Un cane di nome Daisy ha condotto una squadra di soccorso nel luogo in cui si trovava il corpo del suo proprietario defunto, ovvero in un’area densamente boscosa dello stato di Washington, negli Stati Uniti d’America.

Il 24 aprile scorso un uomo di 64 anni di Eatonville ha portato con sé il suo cane per una gita fuori porta, un’attività che faceva regolarmente, come raccontato dalla moglie.

La donna, però, ha cominciato a preoccuparsi quando il marito e l’animale non erano tornati a casa al tramonto e, di conseguenza, ha contattato le autorità locali.

L’uomo non ha detto alla moglie esattamente il luogo in cui aveva intenzione di fare un’escursione ma le ha lasciato alcuni indizi riguardo alla sua posizione.

Su Facebook il Dipartimento dello sceriffo della contea di Pierce ha scritto: “L’uomo scomparso spesso andava a fare escursioni con il suo cane ma non ha lasciato un biglietto su dove si era recato e non è tornato a casa dopo il tramonto“.

La moglie dell’uomo – ha continuato il Dipartiment – ha riferito di aver scoperto dellle ricerche recenti su internet da parte del marito inerenti all’area di Evans Creek“.

Il 25 aprile scorso le autorità locali hanno trascorso l’intera giornata a cercare l’uomo e hanno trovato il suo veicolo, all’interno del quale c’erano alcune zone annotate dallo scomparso. Un’ora dopo, un agente ha udito l’abbaio distante di un cane.

L’agente ha continuato a camminare verso l’abbaio e ha individuato un cane che corrisponde alla descrizione di Daisy su un argine molto ripido sopra il fiume Marshall – ha scritto il dipartimento dello sceriffo – Il nostro vice ha camminato per altri 30 minuti attraverso il fitto bosco e si è avvicinato alla posizione del cane, dove ha individuato l’uomo scomparso: la vittima era deceduta a causa di quelle che sembravano essere lesioni subite durante una caduta“.

Una squadra di soccorso è stata poi in grado di recuperare il corpo dell’uomo e Daisy è stata rimandata a casa dopo aver trascorso due giorni e una lunga notte a sorvegliare il corpo del suo proprieario.

Secondo il Tacoma News Tribune, l’Ufficio per l’Esame medico della contea di Pierce ha stabilito che l’uomo è morto a causa di un malanno cardiaco.

Questa storia si è conclusa in maniera triste ma siamo ugualmente orgogliosi degli sforzi compiuti dagli agenti e dai volontari per trovare l’uomo scomparso e riportarlo alla sua famiglia. Senza l’abbiare della sua fedele compagna Daisy, non lo avremmo mai localizzato“.

Leggi anche: Orrore in Sardegna. Cagnolino torturato con il fuoco.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis: