Cane robot a Singapore mantiene il distanziamento sociale

Il simbolo delle nuove regole nel parco della Città-Stato.

cane robot singapore
Il cane senza testa che fa la guardia al parco di Singapore

Un cane robot senza testa e con un ‘mantello’ giallo. Nel parco centrale di Singapore spinge chi non ci pensa a mantenere le distanze di sicurezza, necessarie per evitare ulteriori contagi da Coronavirus.

Non abbaia e non morde, ma il suo corpo metallico si muove in maniera rumorosa ed emette una voce che ripete in loop le regole che bisogna rispettare. Nonostante la città sia stata lodata per il modo in cui è riuscita a gestire la pandemia, ha dovuto cedere al lockdown (che durerà fino al primo giugno).

cane robot singapore
Il robot in azione

LEGGI ANCHE: Il Coronavirus può entrare in circolo attraverso gli occhi: lo studio

Sebbene il numero di morti sia molto basso: 20 su 5,6 milioni di abitanti; i contagi sono arrivati a 22.460 (il totale più alto del Sudest asiatico). Dopo poco più di tre mesi dall’inizio dell’emergenza sanitaria, si è arrivati a 10 mila contagi a fine aprile. Nel mese di maggio, però, il numero si è raddoppiato.

La causa sembra essere stata individuata nei lavoratori migranti a basso salario: circa 300 mila persone che svolgono i lavori più umili e occupano i cantieri. Il 9 aprile sono stati registrati 753 nuovi casi di Covid-19: solo 9 sono cittadini di Singapore, poi tutti migranti. Si tratta di persone costrette a lavorare, che vivono in dormitori in periferia dove il distanziamento sociale non è certo garantito. Rappresentano il 22% di tutti i casi in città.

Ecco allora che si è pensato al cane robot che, al posto degli occhi, ha delle videocamere, così da poter segnalare eventuali assembramenti alle autorità. La voce, che diffonde le regole da rispettare, è femminile.

Non sono state poche le polemiche circa il mancato rispetto della privacy, anche se la polizia assicura che i volti delle persone non vengono resi riconoscibili. Spot, il nome del robot, non sa chi siano le persone: sa solo a che distanza l’una dall’altra si trovano.

LEGGI ANCHE: Il sole e le temperature faranno scomparire il coronavirus?