TerzoWEB.com

Cosa fare se ci si imbatte in un branco di cani randagi

Tra le varie situazioni di pericolo in cui una persona può trovarsi, c’è anche questa: un branco di cani randagi.

Di per sé questi animali non sono una fonte di rischio, ma possono diventarlo se intervengono fattori quali la fame o il sentirsi minacciati. Per questo motivo, è bene sapere cosa fare e soprattutto cosa non fare per evitare spiacevoli conseguenze, nel caso in cui ci si trovi dinanzi a un gruppo di cani.

La regola base è quella di non guardare mai gli animali direttamente negli occhi. Questo modo di fare viene considerato un atteggiamento di sfida e può scatenare la reazione dei cani.
Altrettanto essenziale è non scappare. I cani potrebbero credere che abbiamo voglia di giocare o che, peggio ancora, siamo una preda da acchiappare. Allo stesso tempo, però, è meglio evitare anche di cercare un contatto con il branco. Un passo falso e il gioco è fatto.

Ovviamente non bisogna neanche assumere un atteggiamento aggressivo, ad esempio urlando o lanciando oggetti: i cani si sentirebbero minacciati e reagirebbero.
Meglio, quindi, cercare di restare (per quanto possibile) impassibili e calmi e di compiere movimenti lenti senza mai dare le spalle al branco. Inoltre, è bene evitare di farsi trovare con del cibo: gli animali potrebbero attaccare perché affamati.

Infine ricordate di segnalare la presenza di gruppi di randagi al corpo forestale dei Carabinieri.

Leggi anche: perché i cani si annusano il sedere?